info 071 9942700
 

Come aderire al RLST

come aderire | OPRAM

L’applicazione delle normative in materia di sicurezza nelle imprese artigiane richiede l’adozione di strumenti e metodologie specifiche che tengano con­to della particolarità di questo settore. A tal proposito è stata prevista la figura del RLST – Rappresentante Territoriale dei Lavoratori per la Sicurezza, grazie alla quale le aziende pos­sono contare su un Sistema che offre più garanzie, agevolando gli adempimenti normativi, con l’obiettivo di prevenzione e di diffusione della cultura della sicurezza.


Per essere sempre in regola con le norme sulla sicurezza è necessario che la documentazione aziendale inerente alla valutazione dei rischi e le relative misure di prevenzione (e successivi aggiornamenti), che la Legislazione prevede debbano essere messe a disposizione del RLST, si trasmettano in consultazione all’Organismo Paritetico Regionale (OPRAM) in attuazione degli obblighi in capo al datore di lavoro previsti dall’art.50 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. come da procedura validata dalla Regione Marche con circolare n. 3844/2017 alla casella di posta elettronica certificata (PEC) dedicata: consultazione.opram@pec.it

 

Prima di richiedere l’intervento del RLS Territoriale è necessario:

  • aderire al Sistema Bilaterale Paritetico EBAM OPRAM ed essere in regola con la relativa contribuzione
  • compilare il modulo di adesione al RLST (SIC01) completo di ogni informazione anagrafica e di contatto
  • conoscere il CCNL applicato dall’azienda e se abbia già aderito o meno ad una delle Associazioni Artigiane [*]
  • ricordare che le imprese del settore edile sono sempre escluse da ogni versamento Ebam/Opram

La quota per avvalersi del RLS Territoriale potrà essere così corrisposta:

imprese ARTIGIANE con DIPENDENTI
pari ad Euro 18,75 annue cad. lavoratore già compresa e rateizzata nel versamento mensile F24/cod.EBNA

imprese ARTIGIANE con soli SOCI
pari ad Euro 18,75 annue cad. socio lavoratore da versare con soluzione unica tramite bonifico/bollettino

imprese NON artigiane con DIPENDENTI
pari ad Euro 18,75 annue cad. lavoratore da versare con soluzione unica tramite bonifico/bollettino

imprese NON artigiane con soli SOCI
pari ad Euro 18,75 annue cad. socio lavoratore da versare con soluzione unica tramite bonifico/bollettino

 

– CALCOLO AI FINI DELLA QUOTA –

  • INCLUSI: a tempo determinato, indeterminato, apprendisti [e soggetti equiparati – cfr. art.2 c.1 lett. a) del D.Lgs 81/2008 e smi]
  • ESCLUSI: a domicilio, dirigenti/amministratori, stagisti, tirocinanti [a chiamata, coadiuvanti familiari – cfr. FSBA]
    PART-TIME: non vi è riproporzionamento in quanto la quota viene versata sempre per intero [cfr. FSBA]

 

– MODALITA’ DI PAGAMENTO –

  • BOLLETTINO: CCP n.15658602 intestato a: EBAM OPRAM QUOTA RLST – Via Primo Maggio 142/C Ancona 60131 AN
  • BONIFICO: IBAN IT62M0760102600000015658602 intestato a: EBAM OPRAM QUOTA RLST
    CAUSALE
    : trascrivere la P.IVA AZIENDALE e l’ANNO PER CUI SI VERSA (più eventuali recuperi di annualità)

 



compilare ed inviare il MODULO DI ADESIONE RLST via mail a:
documenti@opramsicurezza.org


Per agevolare la procedura di registrazione delle nuove aziende o la regolarizzazione di contribuzioni mancanti

inviare COPIA QUIETANZATA ultimo F24 o bonifico/bollettino eseguito a:
pagamenti@opramsicurezza.org



[*] Le aziende fuori CCNL Artigianato (edilizia esclusa) che intendono avvalersi del RLST del Sistema Bilaterale Paritetico sono tenute al versamento annuale della quota pari ad Euro 18,75 per ogni lavoratore ed alla partecipazione associativa ad una delle Associazioni Artigiane (Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai) firmatarie gli Accordi Nazionali e Regionali applicativi del D.Lgs81/2008 per il comparto artigiano.

 

– Classe dimensionale delle aziende che si avvalgono del RLST del Sistema EBAM OPRAM –

Si avvalgono del RLS Territoriale tutte le imprese artigiane in quanto è “considerata la forma di rappresentanza più adeguata a tale realtà. [..] Nell’ambito dell’esercizio dei diritti dei lavoratori, in merito all’individuazione dei RLS di cui agli artt.47 e 48, le Parti firmatarie concordano che la figura del RLST venga istituita in tutte le imprese che occupano fino a 15 lavoratori. […] Nelle imprese che occupano oltre 15 lavoratori, il RLST opera qualora non sia stato eletto un RLS Aziendale. [..] Non sono eleggibili come RLS, né elettori, i soci di società, gli associati in partecipazione e i collaboratori familiari” (ai sensi dell’Accordo Applicativo D.Lgs 81/2008 e s.m.i. del 13/09/2011).

 

– Obblighi del Datore di Lavoro assolti dall’Organismo Paritetico Regionale OPRAM –

INVIO NOMINATIVO RLST ALL’INAIL

L’obbligo del datore di lavoro (ai sensi all’art.18 c.1 lett. aa) del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.) di inviare telematicamente all’INAIL il nominativo del proprio RLS(t) è assolto annualmente dall’Organismo Paritetico OPRAM, come previsto dall’art.51 c.8-bis del D.Lgs 81/2008 e smi, trasmettendo all’INAIL Regionale l’elenco delle ragioni sociali di tutte le aziende aderenti per CCNL (e non) al Sistema Bilaterale Paritetico EBAM OPRAM.

CONSULTAZIONE DEL RLST

L’obbligo del datore di lavoro (ai sensi all’art.18 c.1 lett. s) del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.) di consultare il RLS(t) nelle ipotesi di cui all’art.50 è ritenuto assolto con l’invio all’Organismo Paritetico OPRAM tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) della documentazione inerente la valutazione dei rischi in azienda – ovvero esonero di consultazione immediata in azienda da parte del RLST – quale procedura applicativa dell’art.50 c.1 lett.b) del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. validata dalla Regione Marche con Circolare n.3844/2017 e come linea di interpretazione omogenea per i Servizi SPSAL delle AA.VV. ASUR Marche (Organo di Vigilanza) durante le attività di controllo.