informazioni +39 071 9942700
 
 

F24: versamento unico az. artigiane

La Bilateralità prevista dagli Accordi e dai CCNL dell’artigianato è un Sistema che coinvolge tutte le imprese aderenti e non aderenti alle associazioni di categoria firmatarie gli Accordi stessi, in quanto eroga prestazioni di welfare contrattuale che sono indispensabili a completare il trattamento economico e normativo del lavoratore previsto all’interno dei contratti collettivi di categoria.

 



Sono esclusi dai versamenti le imprese appartenenti al settore edilizia (e affini)

L’impresa aderendo all’Ente Bilaterale ed ottemperando con la relativa dovuta contribuzione,
assolve ogni suo obbligo in materia, nei confronti dei lavoratori e nel rispetto dei CCNL vigenti



Sono tenute al versamento EBAM quindi EBNA/FSBA tutte le imprese, anche con un solo dipendente, che applicano i seguenti CCNL :

– Area Acconciatura – Estetica (e tricologia non curativa, tatuaggio e piercing)
– Area Alimentari e Panificazione
– Area comunicazione
– Area Chimica e Ceramica (terracotta, gres, decorazione piastrelle e gomma, plastica, vetro)
– Area Legno e Lapidei (arredamento, mobili ed escavazione, marmo)
– Area Meccanica (ed installazione impianti)
– Area Tessile – Moda (abbigliamento, calzaturiero)
– Area Pulizia (pulitintolavanderie)
– Area Autotrasporto
Odontotecnico
Orafi, argentieri e affini

 


2016 >   F S B A


A partire dal 1° gennaio 2016 il versamento unico per le imprese artigiane è composto da due voci:
– una quota fissa di 7,65 Euro al mese per 12 mensilità (Euro 91,80) per ciascun dipendente, anche per i dipendenti con contratto part-time e apprendistato
– una quota percentuale della retribuzione imponibile previdenziale pari a 0,45% a carico del datore di lavoro  e  pari a 0,15% a carico del lavoratore (quota trattenuta direttamente in busta paga).

La quota a carico del lavoratore decorrerà dal 1 luglio 2016, qualora l’operatività del Fondo fosse antecedente a tale data, l’incremento dell’aliquota verrà parimenti anticipato.

Le quote non sono divisibili e sono pertanto dovute per intero attraverso versamento F24 voce EBNA.

 


2010 >  Nuova Bilateralità


A partire dal 1 luglio 2010, le aziende artigiane aderenti al sistema della bilateralità, come previsto dagli accordi tra le Parti Sociali ed in virtù di un nuovo meccanismo semplificato di raccolta, dovranno versare una quota omnicomprensiva per la Nuova Bilateralità pari ad Euro 125,00 annui per ogni lavoratore.

Tale contributo sarà frazionato per 12 mensilità nella quota fissa mensile di Euro 10,42 (Euro 125,00) per ogni lavoratore dipendente in forza [sono esclusi i rapporti di lavoro non subordinato: i co.co.pro, gli stages/tirocini, ecc] ridotto del 50% per i part-time fino a 20 ore settimanali, mentre si considerano per intero gli assunti o i licenziati nel corso del mese.   I versamenti dovranno essere effettuati tramite modello F24 con il codice contributo EBNA”, come riportato nella risoluzione n. 70/E dell’Agenzia delle Entrate, indicando un rigo per ogni mese di competenza.

Il contributo di solidarietà “oneri previdenziali” del 10% (Art. 9 bis L. 01/06/91 n.166 comma 2) dovrà essere versato mensilmente dai datori di lavoro e calcolato su Euro 2,88 per lavoratore tramite DM10/Uniemens di competenza del mese in cui si è versato il contributo di adesione.

Le prestazioni presenti nei sistemi di bilateralità regionale rappresentano un diritto contrattuale di ogni singolo lavoratore, il quale matura il diritto alla erogazione nei confronti delle imprese non aderenti e non versanti al sistema bilaterale.
———————————————-– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Le aziende artigiane non aderenti al sistema della bilateralità dovranno corrispondere mensilmente ad ogni lavoratore dipendente in forza un importo forfetario pari a Euro 25,00 mensili lordi.
Tale importo, che dovrà essere erogato per 13 mensilità, non è assorbibile e rappresenta un Elemento Aggiuntivo della Retribuzione (E.A.R.) che incide su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, compresi quelli indiretti o differiti, escluso il solo TFR.
In caso di lavoratori assunti con contratto part-time, tale importo è corrisposto proporzionalmente all’orario di lavoro ed il frazionamento, in tal caso, si ottiene utilizzando il divisore previsto dai CCNL.
Per gli apprendisti, l’importo andrà riproporzionato alla percentuale di retribuzione riconosciuta.

 



Aderire a EBNA-FSBA  FSBA > EBAM


 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

 

Altri Articoli in Il sistema sicurezza nell'artigianato

 
 

Condividi questo Articolo



 
 
 
 
OPRAM